venerdì 18 settembre 2020

Sabato 26 settembre a Milano: riunione organizzativa




Sabato 26 settembre 2020

ore 9.30 alle ore 16.30
(con breve pausa pranzo)

Sala Teatro Spazio Copernico
Via Copernico 38, Milano
Zona Stazione Centrale
(Metropolitana verde e gialla)

All'ordine del giorno: 1) Accademia Storico Nobiliare e Master Unipegaso in Araldica e Cerimoniale (prof. Paolo Zampetti); 2) Tribunale Araldico Nobiliare e Camera Arbitrale Internazionale (avv. Cesare Vernarecci di Fossombrone); 3) Giornale online di Aristocrazia Europea (prof. Onelio Francioso); 4) AE servizi e convenzioni (arte, dimore e immobili, auto, nautica, aviazione, comunicazione integrata, sistemi e servizi di sicurezza).

Possono partecipare solo: soci onorari e benemeriti di Aristocrazia Europea, consiglieri di reggenza e delegati regionali, membri del comitato scientifico culturale e della consulta araldica, membri della Accademia e del Tribunale, prestatori di servizi già selezionati, ospiti con accredito speciale.

F.to il Presidente di Aristocrazia Europea
Prof. Pierluigi Romeo di Colloredo Mels

Albergo convenzionato:
Hotel Galles Best Western ☆☆☆☆
Piazza Lima 2 - Corso Buenos Aires
(Metropolitana rossa)

La conferma della presenza è assolutamente obbligatoria 
per motivi organizzativi, logistici e di sicurezza.

ADESIONI e INFORMAZIONI:
aristocrazia.eu@gmail.com
dott. Roberto Jonghi Lavarini
3467893810 (WhatsApp e SMS)



domenica 13 settembre 2020

Riunione organizzativa a Milano


Sabato 26 settembre 2020 dalle ore 9.30 alle ore 16.30 (con breve pausa pranzo), a Milano (in comoda struttura in zona Stazione Centrale) ci sarà una riunione organizzativa ristretta di Aristocrazia Europea.

All'ordine del giorno: 

1) Accademia Storico Nobiliare e Master Unipegaso in Araldica e Cerimoniale (prof. Paolo Zampetti); 

2) Tribunale Araldico Nobiliare e Camera Arbitrale Internazionale (avv. Cesare Vernarecci di Fossombrone); 

3) Giornale online di Aristocrazia Europea (prof. Onelio Francioso); 

4) AE servizi e convenzioni (arte, dimore storiche e consulenza immobiliare, auto, nautica, aviazione, comunicazione integrata, sistemi e servizi di sicurezza).

Possono e devono partecipare solo: soci onorari e benemeriti di Aristocrazia Europea, consiglieri di reggenza e delegati regionali, membri del comitato scientifico culturale e della consulta araldica, membri della Accademia e del Tribunale, prestatori di servizi già selezionati, ospiti con accredito speciale.

F.to il Presidente di Aristocrazia Europea
Prof. Pierluigi Romeo di Colloredo Mels


NB - La conferma della presenza è assolutamente obbligatoria per motivi organizzativi, logistici e di sicurezza (si potrà partecipare solamente se registrati).


ADESIONI e INFORMAZIONI:
aristocrazia.eu@gmail.com
dott. Roberto Jonghi Lavarini
3467893810 (WhatsApp e SMS)

Polo Didattico Formativo Atena - Unipegaso


Aristocrazia Europea non ha "semplicemente" promosso un Master Universitario e creato un Tribunale Arbitrale Internazionale ma ha stabilito uno stabile e strategico rapporto di collaborazione con il gruppo Unipegaso, che ci permetterà di fare seriamente cultura e formazione certificata a 360°. Di questi accordi e progetti, ufficialmente sottoscritti, sono io il solo referente, garante e responsabile. Voglio ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a questo eccezionale obbiettivo, in particolare: l'avv. Cesare Vernarecci di Fossombrone d'Anjou della Verna, il prof. Paolo Zampetti di Filattiera, il nostro presidente prof. Pierluigi Romeo di Colloredo Mels, la nostra vice presidente Mandilosani Lali Panchulidze Aznauri, il nostro mentore e storico punto di riferimento, il principe nero romano don Sforza Ruspoli di Cerveteri, e, naturalmente il Prof. Rocco Guerriero, ora anche nostro socio benemerito, oltre che membro del nostro comitato scientifico culturale.

Roberto Jonghi Lavarini

robertojonghi@gmail.com
3467893820 (WhatsApp o SMS)


mercoledì 9 settembre 2020

ALBO dei SOCI BENEMERITI



Dario Busi di Val Brembilla

Radames Bonaccorsi Ravelli

Rossana Filacchione di Casacalenda 

Ezra Foscari Widmann Rezzonico

Rocco Guerriero

Roberto Jonghi Lavarini

Francesco Lauri

Stefano Manni di Isola di Torre Maina

Maurizio Marchetti Morganti

Lupo Migliaccio di San Felice

Paolo Omodei Zorini

Bondo Panchulidze Aznauri

Matteo Priori di Letino

Alessandra Ricci Moneta Caglio Monneret de Villard

Alessandro Segnini Bocchia di San Lorenzo

Diego Spanò dei Tre Mulini

Roberto Spreti Malmesi Griffo Focas di Cefalonia

Cataldo Tarantini Leone di Melpignano e Vernole

Paolo Zampetti di Filattiera

ACCADEMIA STORICO NOBILIARE


E' ufficialmente e legalmente costituita la ACCADEMIA STORICO NOBILIARE di Aristocrazia Europea (esattamente denominata Accademia di Studi Storici Umanistici Genealogici, Cavallereschi, Nobiliari e Araldici). Presidente è il prof. Paolo Zampetti di Filattiera (docente della università statale di Pavia). Della Accademia fanno parte: il presidente ed il vice presidente di Aristocrazia Europea (prof Pierluigi Romeo di Colloredo Mels e dr. Loris Castriota Skanderbegh), i presidenti del Comitato Scientifico Culturale e della Consulta Araldica di Aristocrazia Europea (prof. Gianfranco Benedetto e prof. Giuseppe Manzoni di Chiosca e Poggiolo). Nel Corpo Accademico anche: il dr. Raffaele Coppola (presidente del Centro di Sudi Araldici), il prof. Mauro Norton Rosati di Monteprandone Defilippis Delfico, il gen. Maurizio Marchetti Morganti, il prof. Giuseppe Parodi Dominichi di Parodi, il prof. Roberto Spreti Malmesi Griffo Focas di Cefalonia (legittimo titolare della mitica Enciclopedia Vittorio Spreti e curatore del progetto di riedizione aggiornata e ampliata della stessa).


Prof. Paolo Zampetti (docente di storia alla università di Pavia)


L' Accademia Storico Nobiliare di Aristocrazia Europea, al fine di organizzare una seria didattica di alto e chiaro profilo scientifico culturale, ma anche professionale e istituzionale, ha sottoscritto un protocollo di stabile collaborazione con le riconosciute università PEGASO e MERCATORUM. Garante dei vari progetti è il dr. Roberto Jonghi Lavarini che è stato anche nominato rappresentante del Polo Didattico, per convenzioni su tutti i corsi e master delle due università.


Prima iniziativa ufficialmente partita è il MASTER UNIVERSITARIO PEGASO IN ARALDICA E CERIMONIALE, che sarà diretto dal nostro prof. Paolo Zampetti.



"Finalmente le nostre amate materie tornano ad essere capite, apprezzate, studiate in maniera scientifica e rigorosa, modernamente interpretate e inserite nel mondo del lavoro. Perché sono le radici profonde a dare nuova linfa ai giovani rami e frutti, questa è Tradizione viva, perciò vera" ha dichiarato il presidente emerito di AE, Ezra Foscari Widmann Rezzonico Tomassini Paternò Leopardi.

INFO: aristocrazia.eu@gmail.com




TRIBUNALE ARALDICO NOBILIARE



E’ legalmente e ufficialmente costituito il TRIBUNALE ARALDICO NOBILIARE di Aristocrazia Europea (altrimenti detto Camera Arbitrale Internazionale di Diritto Nobiliare, Genealogia, Ordini Cavallereschi e Araldica). Tale organismo, a norma di statuto (articoli 1 e 6) e di leggi nazionali (Codice di Procedura Civile, libro IV, titolo VIII, articoli 806-840, etc) e internazionali (Convenzione di New York del 10.06.1958, etc), opera autonomamente come sezione tematica della associazione culturale internazionale Aristocrazia Europea, ed ha suoi specifici statuto e regolamento. Il Tribunale Araldico Nobiliare di Aristocrazia Europea è una Camera Arbitrale specializzata nella amministrazione di procedimenti arbitrali relativi alle seguenti materie: genealogia (ricostruzione alberi genealogici, dispute ereditarie e dinastiche), ordini cavallereschi (storia, legittimità, appartenenza e titolarità), diritto nobiliare e araldica (verifica “fons honorum”, riconoscimenti successivi, legittima titolarità), diritto alla piena identità personale e cognomizzazione (modifica e aggiunta di cognomi italiani e stranieri, predicati feudali e onorifici).



Il Tribunale Araldico Nobiliare di Aristocrazia Europea è così composto: Avv. Cesare Vernarecci di Fossombrone (presidente), Avv. Lupo Migliaccio di San Felice (vice presidente), Avv. Marco Ganassini di Camerati, Avv. Prof. Elisabetta Macrina, Prof. Giuseppe Manzoni di Chiosca e Poggiolo, Gen. Maurizio Marchetti Morganti, Prof. Giuseppe Parodi Domenichi di Parodi, Dott. Elisa Segnini Bocchia di San Lorenzo, Avv. Prof. Raffaele Strina. Il Tribunale Araldico Nobiliare di Aristocrazia Europea ha già sue sedi legali e operative a Milano, Genova, Bologna, Roma, Napoli, Lugano, Ginevra, Bruxelles, Strasburgo e Londra.

Avv. Cesare Vernarecci di Fossombrone, del Foro di Genova.
Il Tribunale Araldico Nobiliare collabora culturalmente con il “Centro Studi Giuridici di Giustizia Arbitrale Ernesto Teodoro Moneta (Premio Nobel della Pace)”, presieduto dall’Avv. Alessandra Ricci Moneta Caglio Monneret di Villard (Socia Benemerita di Aristocrazia Europea), e con l’Unione della Nobiltà Bizantina che si occupa, dal 1912, della tutela giuridica delle famiglie aristocratiche di tradizione orientale e ortodossa.

Il Tribunale Araldico Nobiliare ha siglato un protocollo nazionale di intesa, per la diffusione dell’arbitrato, con la prestigiosa CAMERA ARBITRALE INTERNAZIONALE (CAI), presieduta dal Prof. Rocco Guerriero (Socio Benemerito e Membro del Comitato Scientifico Culturale di Aristocrazia Europea). Il Tribunale Araldico Nobiliare costituisce in seno alla Camera Arbitrale Internazionale la 4° Sezione della stessa, con le sopracitate specifiche competenze. Presidente della 4° Sezione della Camera Arbitrale Internazionale è stato nominato l’Avvocato Cesare Vernarecci di Fossombrone, già arbitro senior della CAI che conta oltre 900 arbitri, mediatori e consulenti in tutta Italia. Il Dott. Roberto Jonghi Lavarini è stato invece nominato Responsabile dell’Ufficio “convenzioni con enti e associazioni” della Camera Arbitrale Internazionale (CAI), per tutte le materie e sezioni, con particolare riferimento alle numerose controversie immobiliari e condominiali, ed ai procedimenti arbitrali tra imprese, imprese e enti pubblici, imprese e privati.




“La nostra è una operazione di verità e giustizia storica che vuole mettere finalmente ordine in queste complicate e delicate materie che vanno affrontate con rigore scientifico e competenze specifiche. In giro vi è tanta ignoranza e confusione, anche in buona fede, tanti mitomani e ciarlatani, e, purtroppo anche qualche pericoloso imbroglio, fra questi anche sedicenti principi, ordini, annuari e persino tribunali. Noi vogliamo semplicemente tutelare le identità dei singoli che compongono la nostra identità culturale europea.” ha dichiarato il presidente di Aristocrazia Europea, Prof. Pierluigi Romeo di Colloredo Mels (storico, archeologo, docente e scrittore).

“Finalmente ci sarà una tutela giuridica seria anche per le famiglie aristocratiche italiane facenti parte di storiche minoranze etnico linguistiche, come quella albanese di cui faccio orgogliosamente parte, e per le famiglie straniere presenti in Italia. Innanzitutto penso ai fratelli cristiani ortodossi che sono quasi due milioni, fra loro, tante famiglie nobili, con la loro storia e le loro tradizioni” ha aggiunto il Dott. Loris Castriota Skanderbegh, giornalista e storico, vice presidente di Aristocrazia Europea.


INFO: aristocrazia.eu@gmail.com


lunedì 24 agosto 2020

Seborga: la intramontabile fiaba della Principessa...

La vice presidente della associazione culturale internazionale Aristocrazia Europea, contessa Lali Panchulidze, accompagnata dalla dama Nicoletta Pol Brenna, ha partecipato alla cerimonia di "incoronazione" di Nina Dobler ad "altezza serenissima sovrana" del "principato" del piccolo borgo ligure montano di Seborga.
"Il Principato di Seborga è una moderna fiaba che si basa su prove storiche documentate, è un simpatico gioco che crea interesse, turismo e benessere per il territorio, è, sopratutto, la evidente dimostrazione della naturale simpatia della gente per la cavalleria, la nobiltà, la monarchia. Per questo Aristocrazia Europea ha voluto essere simbolicamente presente. Nina Dobler è una perfetta principessa 2.0 che saprà rinnovare questa tradizione." ha dichiarato la vice presidente di AE, diventata cittadina onoraria del sedicente principato.



domenica 2 agosto 2020

La riorganizzazione ed il rilancio di Aristocrazia Europea...

L'adesione ad Aristocrazia Europea è sempre stata, per scelta, gratuita. Gli oltre 700 già associati lo saranno a vita, senza alcun obbligo economico. Da ottobre, invece, ai selezionati nuovi ammittendi, verrà chiesta una donazione liberale minima, una tantum, di 200,00€, comprensivi di attestato, tessera e spilla sociali. Chi, già iscritto, vorrà i tre simboli di appartenenza associativa dovrà invece versare 100,00 euro. L'adesione rimarrà sempre gratuita per gli ecclesiastici ed i soci onorari.



Ma la nostra associazione culturale internazionale sta facendo un necessario e importante salto di qualità, e, per questo, continua la volontaria raccolta fondi per la riorganizzazione ed il rilancio di Aristocrazia Europea. Abbiamo già costituito un nostro "Tribunale Arbitrale Nobiliare" ed una nostra "Accademia Araldico Nobiliare" che saranno operative da settembre, per fare giustizia storica e formazione culturale. Stiamo promuovendo una società di servizi e diverse convenzioni commerciali per i nostri associati. E stiamo riorganizzando seriamente la segreteria, la comunicazione, sito e social.

fac-simile tessera sociale 


Ognuno può dare il proprio libero contributo (minimo di 50,00€), e chi farà donazioni superiori a 500,00€ sarà inserito nello speciale "Albo dei Soci Benemeriti" a vita di Aristocrazia Europea, insieme a: Dario Busi di Val Brembilla, Radames Bonaccorsi Ravelli, Ezra Foscari Widmann RezzonicoTomassini Paternò Leopardi, Rocco Guerriero, Roberto Jonghi Lavarini, Stefano Manni dell'Isola di Torre Maina, Maurizio Marchetti Morganti, Lupo Migliaccio di San Felice, Paolo Omodei Zorini, Raindi Bondo Panchulidze Aznauri, Matteo Priori di Letino, Alessandra Ricci Moneta Caglio Monneret de Villard, Alessandro Segnini Bocchia di San Lorenzo, Diego Spanò dei Tre Mulini, Roberto Spreti Malmesi Griffo Focas di Cefalonia, Cesare Vernarecci di Fossombrone d'Anjou della Verna, Paolo Zampetti di Filattiera. Da segnalare che ben tre benemeriti sono della città di Bergamo.

DONAZIONE LIBERALE:
IBAN Tessera Poste Pay
IT87K3608105138214937714946
Intestato a Roberto Jonghi Lavarini
Causale ARISTOCRAZIA EUROPEA


CONTRIBUTO con fattura:
IBAN CC UnicCredit
IT05N0200801608000103904229
Intestato a Moai Studio Sas
Causale: ARISTOCRAZIA EUROPEA



Copia di tutti i bonifici eseguiti vanno subito inviati alla segreteria generale della nostra associazione (aristocrazia.eu@gmail.com), allegando anche un curriculum vitae aggiornato e copia di un documento di identità.


il presidente di AR, Conte Prof.
Pierluigi Romeo di Colloredo Mels


lunedì 13 luglio 2020

Accademia Storico Nobiliare di Aristocrazia Europea


Abbiamo ufficialmente costituito la ACCADEMIA STORICO NOBILIARE di Aristocrazia Europea (esattamente denominata Accademia di Studi Storici Umanistici Genealogici, Cavallereschi, Nobiliari e Araldici). Presidente è nominato l'illustre consocio Nobile Prof. PAOLO ZAMPETTI di Filattiera (docente alla università statale di Pavia) che, insieme a me ed ai presidenti del Comitato Scientifico Culturale e della Consulta Araldica di Aristocrazia Europea, il Nobile Prof. Gianfranco Benedetto ed il Conte Prof. Giuseppe Manzoni di Chiosca e Poggiolo, selezionerà il corpo accademico della stessa. La Accademia Storico Nobiliare di Aristocrazia Europea, al fine di organizzare una seria didattica di alto e chiaro profilo scientifico culturale, ma anche professionsle e istituzionale, ha già preso ufficiali accordi di collaborazione con le riconosciute università PEGASO e MERCATORUM.

Firmato il presidente di Aristocrazia Europea
Conte Prof. Pierluigi Romeo di Colloredo


Tribunale Araldico Nobiliare di Aristocrazia Europea


Abbiamo ufficialmente costituito il TRIBUNALE ARALDICO NOBILIARE di Aristocrazia Europea (altrimenti detto Camera Arbitrale Internazionale di Diritto Nobiliare, Genealogia, Ordini Cavallereschi e Araldica). Tale organismo, a norma di statuto (articoli 1 e 6) e di leggi nazionali (Codice di Procedura Civile, libro IV, titolo VIII, articoli 806-840, etc) e internazionali (Convenzione di New York del 10.06.1958, etc), opera autonomamente come sezione tematica della associazione culturale internazionale Aristocrazia Europea, ed ha suoi specifici statuto e regolamento. Il Tribunale Araldico Nobiliare è così composto: Conte Avvocato Cesare Vernarecci di Fossombrone (presidente), Barone Avvocato Lupo Migliaccio di San Felice (vice presidente), Nobile Avvocato Marco Ganassini di Camerati, Conte Prof. Giuseppe Manzoni di Chiosca e Poggiolo, Contessa Dottoressa Elisa Segnini Bocchia di San Lorenzo. Il Tribunale Araldico Nobiliare, al fine di creare nuove sinergie positive, ha preso seri e stabili accordi di collaborazione culturale, scientifica e professionale con il “Centro Studi Giuridici di Giustizia Arbitrale Ernesto Teodoro Moneta (Premio Nobel della Pace)”, presieduto dalla Contessa Avvocato Alessandra Ricci Moneta Caglio Monneret di Villard (che diventa Socia Benemerita di Aristocrazia Europea) e con la CAMERA ARBITRALE INTERNAZIONALE, presieduta dal Prof. Rocco Guerriero, che entra sia nell’Albo dei Soci Benemeriti che nel nostro Comitato Scientifico Culturale. Il Tribunale Araldico Nobiliare di Aristocrazia Europea ha già sue sedi legali e operative a Roma, Bologna, Genova, Milano, Lugano, Ginevra, Bruxelles e Strasburgo.

Firmato, il Presidente di Aristocrazia Europea
Conte Prof. Pierluigi Romeo di Colloredo Mels

lunedì 6 luglio 2020

Aristocrazia Europea 2020: riorganizzazione e rilancio!


Continua la raccolta fondi per la riorganizzazione ed il rilancio della associazione culturale internazionale Aristocrazia Europea, per la costituzione di nuove sezioni speciali, per la realizzazione di tessere, spille, attestati sociali e gadget. 

Ognuno può dare il proprio libero contributo minimo di 50,00€, chi farà donazioni superiori a 500,00€ sarà inserito nello speciale Albo dei Soci Benemeriti a vita, insieme a: 

Roberto Jonghi Lavarini, 
Stefano Manni di Isola di Torre Maina, 
Lupo Migliaccio di San Felice, 
Paolo Omodei Zorini, 
Matteo Priori di Letino, 
Alessandra Ricci Moneta Caglio Monneret de Villard, 
Alessandro Segnini Bocchia di San Lorenzo, 
Roberto Spreti Malmesi Griffo Focas di Cefalonia, 
Paolo Zampetti di Filattiera.

GRAZIE !



DONAZIONE LIBERALE:
IBAN Tessera Poste Pay
IT87K3608105138214937714946
Intestato a Roberto Jonghi Lavarini 
Causale ARISTOCRAZIA EUROPEA

CONTRIBUTO scaricabile con fattura:
IBAN CC UnicCredit
IT05N0200801608000103904229
Intestato a Moai Studio Sas
Causale: ARISTOCRAZIA EUROPEA

Copia di tutti i bonifici eseguiti vanno subito inviati alla segreteria generale della associazione:
aristocrazia.eu@gmail.com

Tre nuovi soci da Olanda, Germania e Spagna...

la Nobile olandese Beatrix van de Amsberg

il Nobile tedesco Ralph Gorner

Donna Cristina AFAN de RIBERA y Barra,
Nobile dei Marchesi di Monterrico e Diezma.



La storia, la monarchia, le tradizioni e la identità di un popolo sono cose serie...

Real Casa Bagrationi di Georgia in Italia...


Solo questi loghi rappresentano la vera TRADIZIONE GEORGIANA in Italia: Fondazione Tradizione Patria Identità, Associazione Culturale Internazionale Cristiana Ecumenica Italia Georgia Eurasia, Delegazione Italiana della Real Casa BAGRATIONI Imereti di Georgia e Confraternita Cavalleresca della Santa Croce di Georgia. Esse fanno capo alla associazione madre ACIGEA, fondata e rappresentata da un gruppo di autentiche nobildonne georgiane, che collaborano sinergicamente con la Santa Chiesa Ortodossa Apostolica di Georgia, e con le autorità istituzionali sia georgiane che italiane.



Il signor Angelo Musa rappresenta solo SAS il Principe David Bagrationi Mukhrani e il signor Fabio Gandolfi, peggio ancora, un finto pretendente, figlio illegittimo della vedova di un vero principe Bagrationi e del suo amante secondo marito.

Basta confrontare le pagine social ed i profili sopracitati per avere una chiara visione della situazione: da una parte veri nobili patrioti georgiani ortodossi (con oltre duecento autorevoli amici e sostenitori italiani) che fanno cultura e beneficenza, dall'altra, invece, ignoranti plebei (non georgiani, non ortodossi e probabilmente nemmeno cristiani) che vendono titoli farlocchi e patacche a poveri sprovveduti in cerca di vanagloria.

Conte Cav. Ing. NIkoloz
dei Principi Vardanisdzev Tavadashvili


SAR il Cristianissimo Gran Principe IRAKLI BAGRATIONI Imereli di Georgia

mercoledì 20 maggio 2020

Casa Imperiale Leopardi di Costantinopoli


Sabato 23 maggio 2020 – ore 16.30
Riunione online su ZOOM.us

Archivio Storico dei Principi Tomassini Paternò Leopardi
Casa Imperiale Giustinianea Heracliana di Costantinopoli

Causa emergenza pandemia da Corona virus, la programmata cerimonia religiosa e cavalleresca presso la Chiesa Ortodossa di Santa Maria Podone di Milano, è rinviata a data da destinarsi.
Sarà comunque possibile, per tutte le dame e cavalieri, membri e amici dell’Archivio Storico, della Dinastia Leopardi, dei suoi ordini e istituzioni, partecipare a questo evento social dove sono previsti i saluti di: SAI il Principe Ezra Foscari Widmann Rezzonico Tomassini Paternò Leopardi di Costantinopoli, Reverendo Padre Ambrogio (Michele Maria Pirotta) Ieromonaco del Patriarcato Ecumenico di Costantinopoli, SE il Conte Avvocato Cesare Vernarecci di Fossombrone d’Anjou della Verna (Luogotenente Generale Ordine Nobiliare della Corona Heracliana di Costantinopoli), SE il Marchese Colonnello Massimo Spadoni di Roccafluvione (Luogotenente Generale Ordine Militare della Guardia d’Onore di Santa Sophia), SE il Nobilissimo Raffaele Sepe (Priore PTHM confraternita cavalleresca di San Michele Arcangelo).

Link di partecipazione, informazioni e adesioni:
archiviostoricoleopardi@gmail.com


In questo periodo di emergenza, la Casa Imperiale Leopardi, in particolare le delegazioni regionali lombarda e siciliana, e l’Ordine di Santa Sophia, con il contributo del PTHM e in collaborazione con i Giovanniti Ortodossi SOGIT, ha svolto diverse azioni sociali e di volontariato, distribuendo mascherine di sicurezza, pasti caldi e pacchi alimentati ai bisognosi. Per questo, chiediamo a tutti voi di dare il proprio giusto contributo e sostegno straordinario con una piccola donazione economica liberale:

CCP:IT91C0760101600001045908082
Archivio Storico Tomassini