martedì 19 giugno 2018

Iniziativa di solidarietà dell'Ordine Mauriziano a Como





Affari Italiani - Aristocrazia a Nord

Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro, merenda per bambini in difficoltà

Giornata di beneficenza e volontariato, ricca merenda e giochi organizzati per bambini disagiati, promossa a Como dall’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro

Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro, merenda per bambini in difficoltà

Giornata di beneficenza e volontariato, ricca merenda e giochi organizzati per bambini disagiati, promossa, domenica scorsa, a Como, dall’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro. Sede dell’evento la seicentesca villa della famiglia Egger, padroni di casa l’imprenditore olandese Wilco Alexander e sua moglie la nobildonna dama Cristina Victoria, PR internazionale ed esperta di alta moda, impegnata in attività culturali e sociali, grande amica personale del principe Emanuele Filiberto di Savoia che ha inviato il suo caloroso saluto ufficiale. Oltre cinquanta i bambini, di diversa razza e nazionalità, che hanno partecipato al pomeriggio di divertimento e solidarietà, molti di più gli adulti giunti a sostegno della lodevole iniziativa. Fra i presenti, diverse autorità, volti noti, rappresentanti della nobiltà e borghesia lombarda, fra questi: Elisabetta Patelli (associazione Bambini di Cernobyl), Melina Falsone (associazione Casa della Giovane, che ospita madri e figli in situazione di disagio), Cristina Poggi (in rappresentanza della locale sezione della Croce Rossa Italiana), la contessa Mandilosani Lali Panculidze Aznauri (delegata della Casa Reale Bagrationi Imeretinsky di Georgia in Italia), il giornalista Luca Carriera (della patinata rivista italo-russa Ozerokomo) e l’avvocato Michele Malerba (vicario degli Ordini Dinastici di Casa Savoia). “Dobbiamo costruire una Eurasia di pace e prosperità per tutti i popoli, partendo dal dialogo fra cristiani ortodossi orientali e cattolici occidentali” ha commentato Lali Panchulidze. “La solidarietà non ha confini e la nobiltà che conta è quella dello spirito e del cuore” ha aggiunto Criss Egger, volto noto, anche per avere partecipato alla trasmissione televisiva Pechino Express.

http://www.affaritaliani.it/milano/aristocrazia-nord/ordine-dei-santi-maurizio-lazzaro-merenda-per-bambini-in-difficolta-546365.html









Le impareggiabili Dame di Aristocrazia Europea: CRISS Egger e LALI Panchulidze

venerdì 15 giugno 2018

Nobiltà e beneficenza, mondanità e cultura








Affari Italiani - Aristocrazia a Nord
Venerdì, 15 giugno 2018 - 10:38:00

Emanuele Filiberto di Savoia in Brianza. Nobiltà, beneficenza e mondanità

Una domenica all'insegna delle auto e dimore storiche, della nobiltà e della beneficenza, in Brianza con Emanuele Filiberto di Savoia

Emanuele Filiberto di Savoia in Brianza. Nobiltà e beneficenza, mondanità e cultura

Una domenica all'insegna delle auto e dimore storiche, della nobiltà e della beneficenza, quella passata del 10 giugno scorso, in Brianza, con il principe Emanuele Filiberto di Savoia. Il figlio ed erede del principe Vittorio Emanuele, capo della Casa Reale d'Italia, ha guidato un corteo di auto storiche che, partendo, in mattinata, dalla Villa Reale di Monza, ha svolto un tour nelle ville patrizie lombarde, con pausa presso la Villa Sormani di Missaglia, dal conte Alberto Uva, ed arrivo presso la villa dei nobili Antona Traversi a Meda, dove, a conclusione della giornata, si è svolto un grande galà benefico degli Ordini Dinastici della Real Casa Savoia. L'evento è stato organizzato dallo storico ordine cavalleresco dei Santi Maurizio e Lazzaro, in collaborazione con la Scuderia Automobilistica Savoia Cavalleria, promossa dal conte Andrea Boezio Bertinotti e da Simone Balestrini, segretario nazionale del Fronte Monarchico Giovanile. La serata, in abito lungo e smoking, medaglie e bandiere sabaude, ha visto la partecipazione di oltre trecento selezionati invitati, italiani e stranieri, fra questi: il mondanissmo principe Alberto Giovanelli (presidente della Unione della Nobiltà Italiana), l'affascinante nobildonna caucasica Lali Panchulidze (vice presidente della associazione culturale internazionale Aristocrazia Europea e rappresentante in Italia della Casa Reale Bagrationi Imereti di Georgia), monsignor Maurizio Ceriani e il nobile Valter Cotti Cometti (rispettivamente delegato regionale, e vice, degli Ordini Savoia in Lombardia), l'attivissima dama professoressa Franca Sciaraffa, la nota PR internazionale ed elegantissima dama Cristina Egger (famosa anche per essere stata protagonista della trasmissione televisiva Pechino Express, edizione 2017), Giancarlo Melzi d'Eril (dei duchi di Lodi e conti di Magenta), il conte Michel Pentasuglia dei Cuia d'Aragona, il conte Boris Bagotai de Mikefalva, il nobile Giovanni Cavallanti Ferrero, il marchese Pierangelo Berlinguer, autorità civili, religiose e militari), rappresentanti diplomatici, esponenti delle storiche famiglie nobili lombarde ma anche imprenditori e professionisti della borghesia produttiva milanese e brianzola. Tutti insieme per una raccolta fondi dedicata ad una casa di accoglienza e assistenza ai disabili del pavese. "Un legame antico e profondo, anche tragico, lega la nostra Dinastia Reale a Monza" ha ricordato il cavaliere di gran croce Stefano Di Martino, delegato delle Guardie d'Onore al Pantheon (e noto esponente politico monarchico) che ha invitato tutti a partecipare alla cerimonia ufficiale in ricordo del regicidio di Re Umberto I, che si terrà, come tutti gli anni, il prossimo luglio.

SAR Emanuele Filiberto al Pantheon

lunedì 11 giugno 2018

Gran Galà benefico della Real Casa Savoia




Mandilosani Lali Panchulidze Aznauri (Patrizia di Bisanzio, Nobile del Regno di Georgia e Contessa dell'Impero di Russia), vice Presidente della associaizone culturale Aristocrazia Europea (con delega alle relazioni internazionali) ha partecipato ufficialmente al Gran Galà benefico degli Ordini Dinastici della Real Casa Savoia d'Italia, organizzato dalla Delegazione di Lombardia, nello splendido contesto storico e artistico della Villa Antona Traversi a Meda. Donna Lali si è intrattenuta a lungo a parlare con Sua Altezza Reale il Principe Emanuele Filiberto di Savoia, Principe di Venezia, e con Sua Eccellenza il Principe Don Alberto Giovanelli, presidente della Unione della Nobiltà Italiana. Donna Lali era accompagnata da Mirko Cuneo, noto imprenditore del settore comunicazione e web, da poco entrato a far parte del Consiglio di Reggenza di Aristocrazia Europea. Fra gli oltre 250 selezionati invitati: Sua Eccellenza Don Giancarlo Melzi d'Eril, dei Conti di Magenta e Duchi di Lodi, Sua Eccellenza il Cavalire di Gran Croce Urbano Alessio, la nota PR internazionale Cris Egger, autorità civili, religiose e militari. Presente un nutrito gruppo di associati di Aristocrazia Europea: l'Avvocatessa Rossana Filacchione, il Cavaliere Christian Cherubini, il Maestro Renzo Tonello, e, naturalmente, il Nobile Cavaliere Walter Cotti Cometti che, degli Ordini Dinastici della Real Casa è Vicario di Brescia e vice Delegato Regionale della Lombardia.

Alberto Giovanelli, Lali Panchulidze, Emanuele Filiberto di Savoia



Lali Panchulidze, Emanuele Filiberto di Savoia e Cristina Egger








domenica 10 giugno 2018

Nominana del Collegio dei Garanti di Aristocrazia Europea


Su indicazione del Principe Sforza Ruspoli, il presidente Ezra Foscari Widmann Rezzonico ha nominato Padre Michele Pirotta, il Nobile Filippo Gerardo di Mottola e la Nobildonna Rosanna Chifari Negri, membri del Collegio dei Garanti di Giustizia (Probiviri Arbitri e Giudici) con pieni poteri e insidacabile giudizio su tutte le controversie e questioni disciplinari interne ad Aristocrazia Europea, compresa la verifica e accettazione di tutte le nuove richieste di adesione.

mercoledì 6 giugno 2018

Reale Delegazione Bagrationi in Italia



Cristianissima Casa Reale BAGRATIONI (Baghadat, Bivritian, Bagratidi, Bivitriani, Bagratuni Pakradouni - Jessian, Davidian, Solomonian) di Imereti, Georgia, Armenia e Cilicia: Reale Delegazione per l'Italia (Principato di Monarco, Svizzera, Repubblica di San Marino, Stato del Vaticano e Santa Sede, Sovrano Militare Ordine di Malta - SMOM e Parlamento Europeo PE-EP).



Presidente è Suo Onore la Nobildonna Mandilosani Lali dei Conti Panchulidze Aznauri (Patrizia Bizantina - Zostepatrikia, Nobile del Caucaso - Velikayaledi,  Nobile dell'Impero Russo - Dvorianka), vice presidenti sono la Nobildonna Mandilosani Tea dei Principi Japaridze Tavadishvili e il Conte Avv. Cesare Vernarecci di Fossombrone dei Principi d’Anjou della Verna (discendente da un ramo collaterale della Casa Reale Angioina di Francia). Cappellani i Reverendi:  Padre Kirioni Machaidze della Chiesa Ortodossa di Georgia, Padre Michele Maria Pirotta della Chiesa Cattolica di Rito Orientale e il Canonico Prof. Padre Ivan Leto della Chiesa Cattolica di Rito Latino. La Segreteria Generale è curata dal Conte Nikoloz dei Principi Vardanisdzev Tavadishvili, l’Ufficio Legale dall’Avvocato Penalista Renato Maturo di Milano. Il Comitato d’Onore è così autorevolmente composto:  Conte Diego Beltrutti di San Biagio, Cavaliere Gianni Stefano Cuttica (Membro della Consulta dei Senatori del Regno), Marchese Stefano Durazzo di Gabiano e Pontivrea (discendente dai Dogi di Genova, Re di Corsica e Principi del SRI), Marchese Fabio Guasticchi di Cres, Principessa Francesca Lovatelli Caetani di Teano (Duchessa di Sermoneta e Marchesa di Cisterna), Contessa Elena Manzoni di Chiosca e Poggiolo, Conte Massimo Paltrinieri di Carpi, Marchese Prof. Giuseppe Parodi Domenichi di Parodi (presidente della Accademia Archeologica Italiana), Colonnello Angelo Vasta. Fanno invece parte del consiglio delegatizio: la Nobildonna Rosanna Chifari Negri (medico neurologo, ricercatrice di fama internazionale), il Cavaliere Vincenzo Cortese (Segretario Generale Norman Academy), il Colonnello Valentino De Simone, il Cavaliere Avv. Domenico Frasca (autorevole membro della delegazione SMOM della Lombardia), l’Avv. Nicolò Giordana, il Cavaliere Stefano Linati, il Conte Matteo Priori di Letino (medico farmacista), il Cavaliere Giovanni Seia ed il Nobile Prof. Paolo Zampetti (medico e docente universitario).


Contatti, informazioni, adesioni: realcasabagrationi@gmail.com 

 

lunedì 28 maggio 2018

Pier Felice Degli Uberti Hidalgo (Nobile) del Regno di Spagna


Don Pier Felice degli Uberti, benemerito della Real Asociación de Hidalgos de España (Don Pier Felice degli Uberti, ben meritevole della Reale Associazione dei Nobili di Spagna). Nel nostro mondo contemporaneo le associazioni nobiliari si sono ridotte a semplici gruppi di amici passati e non rappresentano più la società contemporanea. Le associazioni nobiliari del presente sono completamente prive di quel potere sociale che avevano nel passato e che era una delle caratteristiche della nobiltà, ma fra queste associazioni esiste una unica eccezione: la Real Asociación de Hidalgos de España, che è rigorosa nelle ammissioni e rappresenta un unicum per le sue opere e realizzazioni.

https://www.hidalgosdeespana.es/ 

Con il suo COLEGIO MAYOR MARQUÉS DE LA ENSENADA

Hidalguia.

https://www.hidalgosdeespana.es/centros/colegio-mayor-marques-de-la-ensenada/ che ospita giovani studenti universitari che sono fra i più studiosi di tutta la Spagna; la Residencia de mayores CASASOLAR  https://www.hidalgosdeespana.es/centros/residencia-casasolar/ che  ospita  in Madrid anziani che possono condurre una vita simile a quelle che conducevano nella propria famiglia; la RESIDENCIA CASAQUINTA dove anziani autosufficienti e non autosufficienti continua a condurre la loro vita seguiti da una equipe medica sempre presente ed attenta. Senza dimenticare le EDICIONES HIDALGUIA https://www.edicioneshidalguia.es/  ovvero la Casa Editrice più importante nel mondo di pubblicazioni legate alla Nobiltà, e alle Scienze Documentarie della Storia, con le importanti riviste Hidalguia e la G  de Grandezas y Titulos del Regno

In base agli STATUTI della Real Asociación de Hidalgos de España al CAPITULO X.
- RÉGIMEN DE DISTINCIONES      Artículo 56. Beneméritos. Dicono (Tradotto dallo spagnolo):

L'Assemblea Generale, su proposta del Consiglio di Amministrazione, e dopo aver ottenuto un parere favorevole dal Consiglio Consultivo, può nominare membri onorevoli dell'Associazione Reale di Hidalgos di Spagna. Questa distinzione è la più alta assegnata dall'Associazione di Hidalgos. Con esso è possibile riconoscere una lunga storia di straordinario, prezioso e disinteressato lavoro a favore della Real Asociación de Hidalgos de España. La persona proposta deve anche essere un chiaro esempio dell'incarnazione dei valori della nobiltà. Perché un membro della Real Asociación de Hidalgos de España venga proposto a una così alta distinzione, deve appartenere all'Associazione per almeno venticinque anni, e questa distinzione può essere concessa dopo la morte. Tutti gli illustri con la qualità di meritori, appariranno nelle gallerie di ritratti che la Real Asociación de Hidalgos de España istituisce nelle zone di rappresentazione dei loro edifici ". L'Assemblea Generale della Reale Associazione di Hidalgos di Spagna, il 23 maggio 2018, assegnò la distinzione Benemérito al nobile socio Don Pier Felice degli Uberti entrato nella Real Asociación de Hidalgos de España il 23 dicembre 1983, da subito  iniziò  la sua collaborazione svolgendo moltissime attività   sia in campo assistenziale che culturale.   seguente il suo lavoro venne premiato con la prestigiosa distinzione delle HOJAS DE ROBLE da accollare ai mandoppi (mandoble). Con la ristrutturazione della JUNTA DE ITALIA dal 12 giugno 1989 divenne SECRETARIO GENERAL DE LA JUNTA DE ITALIA carica che mantenne sino al 24 giugno 2009 quando cessò di esistere per fusione per incorporazione in  ITALIA   FSI. Dal 16 ottobre 1991 è membro del CONSEJO ASESOR, massima distinzione a vita riservata a 24 membri della RAHE. Inoltre appartiene ad importantissime corporazioni nobiliari sia italiane, spagnole e scozzesi. (Sotto: Colegio Mayor Marques de la Ensenada)

Il Dr Pier Felice degli Uberti dopo una vita lavorativa svolta ad alti livelli direttivi in vari istituti di credito, è da decenni una indiscussa autorità mondiale al massimo livello in araldica, genealogia ed ordini cavallereschi CIGH nal Commission for Orders of Chivalry - ICOC, della Federazione delle Associazioni Italiane di Genealogia, Storia di Famiglia, Araldica e Scienze Documentarie Interna ICFHS; Vice- Internationale de Généalogie Instituto Internacional de Genealogía y Heráldica - IIGH,
- AIH, Accademico di merito della Real Academia Matritense de Heráldica y Genealogía   RAMGH. È Direttore responsabile di Nobiltà, rivista di araldica, genealogia, ordini cavallereschi, de Il Mondo del Cavaliere, rivista internazionale sugli Ordini Cavallereschi e di altri 6 Bollettini e Notiziari.

Il Maestro Cesare Marinacci presidente della giuria del Premio Ernesta Pellegrini.


Premio Ernesta Pellegrini – Musica: compagna d’etica per le nuove generazioni

Conclusa con grande successo e partecipazione la terza edizione del concorso musicale ‘Ernesta Pellegrini’, organizzato dall’associazione culturale ‘Le Voci’, presieduta dalla contessa Annamaria Spezza e coordinata con passione dalla Prof.ssa M° Mara Bufalini; una manifestazione effettivamente ‘corale’ svoltasi con il Patrocinio del Comune di Patrica nella persona del sindaco Lucio Fiordalisio  ed in collaborazione con l’associazione ‘Patrica insieme’ del Dott. Roberto Querdasi, con l’Istituzione Scolastica di Patrica che ha accolto la fase concorsuale nel plesso ‘Simone Simoni’ e l’Oratorio del Sacro Cuore che ha ospitato i concerti di chiusura. Il premio è affettuosamente intitolato alla memoria della docente Ernesta Pellegrini, straordinaria musicista, didatta e fondatrice del Coro Le voci, punto di riferimento dell’attività musicale patricana fino alla prematura scomparsa, impegnatasi con entusiasmo per la diffusione della musica nelle nuove generazioni come veicolo di crescita spirituale ed etica. Il concorso, riservato infatti agli allievi delle scuole medie e superiori ad indirizzo musicale, ha visto ancora una volta una grande partecipazione ed un sorprendente livello tecnico-interpretativo che testimonia la vitalità delle realtà scolastiche territoriali, l’interesse crescente degli studenti nonché l’altissima competenza artistico-professionale dei loro docenti, come ribadito dalla giuria, presieduta dal M° Cesare Marinacci e composta da illustri musicisti, docenti ed esperti come i maestri Alessio Belli, Massimiliano Cerroni, Domenico Ciavardini e Roberto Mattioli, i quali hanno voluto anche sottolineare con gratitudine la calorosa accoglienza, il clima di grande serenità ed affettuosa compartecipazione che hanno saputo creare i responsabili in loco, rappresentati dall’infaticabile Denise Caprara. Come cospicuo è stato il numero dei musicisti intervenuti, altrettanto dunque lo è stato quello dei premi assegnati: Per la categoria chitarre ottima affermazione dell’I.C. 1 Ceccano che ha conseguito un I premio con Leonardo Agnello due II premi con Francesco Farallo e Manuel Maura e due III premi con Jacopo Ciotoli e Carmen Giuliani, mentre la relativa categoria per la scuola superiore ha visto l’affermazione del Liceo Musicale Bragaglia con il I premio per Silvia de Carolis e Sara Masi e il II per Alessandra Fiorini e Damiano De Castro. La categoria fiati solisti ha premiato i clarinetti dell’I.C. di Supino con il I premio di Giulia Mansueti il II premio di Lucrezia Salvati e il III premio per Jacopo Asaro e Mirtilla Grossi; per le scuole superiori il Liceo Bragaglia ha ottenuto il I premio con la Tromba di Aurora Testa il II all’Oboe di Serena Fratangeli e il III ancora alla Tromba per Luca Roccatani. Le categorie Archi soli e Pianoforte hanno visto l’affermazione di Andrea Savino del I.C. 2 Frosinone, I premio al violino, e di Lorenzo Testa e Marie-Lou Capuano provenienti dall’I.C. di Roccasecca che hanno conseguito il II premio per il pianoforte. Come prevedibile, vista anche la consolidata realtà, Le formazioni cameristiche maggiori hanno visto prevalere ancora il Liceo Musicale Bragaglia di Frosinone che si è aggiudicato due primi premi con l’ensemble di Archi e L’ensemble di Flauti nonché un II premio al duo oboistico Marchesini-Gabrielli; così anche nelle percussioni Antonio Savino ha conseguito il II Premio mentre a Salvatore Morganti è andato addirittura il I premio assoluto, per le scuole superiori, con il punteggio massimo.  Per le formazioni cameristiche, provenienti dalle scuole medie, ottima affermazione dell’I.C. Fiuggi-Acuto che ha conseguito un I premio col trio Bracaglia-Maggi-Agnoli  ed un II con il duo Perinelli Abatecola nonchè dell’ I.C. Serrone che ha conseguito il III premio col sestetto Lolli-Minori-Presciani-Bernardini-Nucheli-Proietto.  Primo premio assoluto, per la categoria scuola medie, infine con il massimo punteggio per l’I.C. 2 di Frosinone rappresentato dal quartetto Amadeus. A tutti i vincitori  - che vi invitiamo ad ascoltare nel concerto finale del 1 giugno presso L’Oratorio del Sacro Cuore di Patrica ore 17.30 -  l’ambita medaglia con pergamena celebrativa nonché la borsa di studio ‘Ernesta Pellegrini’ offerta dagli enti organizzatori ed a tutti i partecipanti i complimenti per la sana passione dimostrata in un’attività come la musica che forma come nessuna allo stesso tempo la razionalità, il carattere, l’animo e che rende già tutti vincenti solo per il fatto d’essere praticata. Appuntamento dunque per il prossimo anno con questa prestigiosa manifestazione che grazie alla passione e competenza dei promotori, si conferma ad ogni edizione sempre di più un punto di riferimento della cultura musicale del nostro territorio.