mercoledì 17 ottobre 2018

Incredibile ma vero: nuovo stemma del nostro presidente Ezra Foscari...

Stemma araldico di EZRA FOSCARI (NH Conte Ezra Annibale Theo Paterniano Foscari Widmann Rezzonico, Tomassini Paternò Leopardi, così alla anagrafe di stato, discendente dai Dogi di Venezia) che il prossimo XXVIII ottobre sarà battezzato, consacrato, elevato e benedetto Principe Capo della Casa Imperiale (materna) Heracliana Giustinianea di Costantinopoli, dalla Santa Chiesa Greco Ortodossa Tradizionale Paleoimerologhita, con i nomi di Heraclio Giustiniano.

Un nobile veramente europeo...


In Aristocrazia Europea il gentiluomo europeo (svizzero inglese aragonese) Sua Eccellenza Stephen William Screech di Monte Sant'Angelo, Marchese de Torre de Royo, Cavaliere e Dignitario di diversi ordini cavallereschi.

Lutto, Fede e Tradizione


Tutta Aristocrazia Europea esprime le proprie sentite condoglianze a Donna Lorenza dei Conti Thellung de Courtelary per la perdita terrena del caro marito Nobile Gerolamo Fisogni, Cavaliere di Onore e Devozione SMOM, al quale dedichiamo le nostre preghiere. RIP

sabato 13 ottobre 2018

Il Cavaliere Fabio Gandolfi confermato Segretario Generale di Aristocrazia Europea.


Fabio Gandolfi, Lali Panchulidze, Renato Maturo

Finalmente, il Cavaliere Fabio Gandolfi rientra nelle sue piene funzioni di Segretario Generale della associazione culturale internazionale Aristocrazia Europea, ruolo che aveva dovuto lasciare per sopravenuti imegni in altre attività. 


Nella foto: Fabio Gandolfi insieme alla nostra vice presidente Mandilosani Lali Panchulidze Aznauri (rappresentante in Italia della Famiglia Reale Bagrationi Imeretinsky di Georgia e Armenia), a SAR la Principessa Anna Bagrationi Gruzinsky ed a SAR il Principe Leka Zogu di Albania, al tradizionale ballo organizzato dall'amico Pierfelice Degli Uberti a Casale Monferrato.


venerdì 12 ottobre 2018

Pierluigi Romeo di Colloredo Mels è il nuovo vice presidente di Aristocrazia Europea


Il Conte Dott. Prof. PIERLUIGI ROMEO di COLLOREDO MELS (Signore di Colloredo, Mels e ville annesse, Conte del Sacro Romano Impero e Nobile di Recanati), archeologo, esperto di antico Egitto, docente universitario, studioso e scrittore, Capitano dei Granatieri di Sardegna ed autore di una ventina di libri di storia militare, è il nuovo vice presidente della associazione culturale internazionale Aristocrazia Europea. Complimenti ed auguri di buon lavoro.





CURRICULUM VITAE di PIERLUIGI ROMEO di COLLOREDO


LUOGO E DATA DI NASCITA: Roma, 11 Febbraio 1966.

FORMAZIONE E STUDI: ha conseguito la maturità classica presso il liceo classico G. de Sanctis di Roma.

Si è laureato in Lettere presso l'Università di Roma La Sapienza con tesi in Egittologia dal titolo Le divinità siriane in Egitto (Rel. prof. A. Roccati, Corr. prof.ssa L. Bongrani Fanfoni) con il punteggio di 110 e lode, il 25/07/94.

Si è specializzato in Archeologia Orientale (indirizzo egittologico) il 2/04/98 presso la Seconda Scuola di Specializzazione in Archeologia Orientale presso la medesima Università, con tesi dal titolo Una pittura parietale dalla tomba di Djehutihotep a Dra Abu el Naga (T.T. A 16) nel manoscritto Hay 29851.101 con il punteggio di 70 e lode.
Durante detta specializzazione ha seguito corsi di Diritto e Legislazione dei Beni Culturali ed Ambientali, Museologia e Museografia, Rilievo ed analisi tecnica dei Monumenti Antichi, oltre a quelli relativi alle discipline archeologiche orientali e classiche.

 Cultore della Materia presso la Cattedra di Antichità Nubiane dell’Università di Roma La Sapienza (Facoltà di Lettere, dipartimento di Studi Storico-Religiosi), presso cui ha tenuto seminari, soprattutto incentrati sui rapporti e gli interscambi culturali tra Egitto e Nubia nel II e nel I millennio a.C., la presenza egizia in Nubia e la nascita dello stato kushita e della XXV din; ha partecipato alle sessioni di esame quale membro di commissione.

Docente di Egittologia presso l' università UPTER di Roma

Iscritto all’Albo dei Professionisti del Comune di Guidonia M. Celio quale archeologo.

Guida Turistica patentata per la Provincia di Roma

LINGUE STRANIERE: inglese, francese e spagnolo scritti e parlati; tedesco a livello strumentale; arabo parlato.
Greco, Latino, Egiziano classico, Copto, Ebraico.

E’ autore di numerosi articoli di carattere archeologico, artistico e storico-religioso,

Redattore per l’edizione italiana dell’Encyclopaedia Britannica di voci di carattere egittologico e storico-religioso vicino orientale (incluse le religioni misteriche d'età romana) ed iranico (1997-1998),

Professore di Italiano, Latino e Greco presso l’Istituto Socrate, via S. Bernadette 36, Roma

Svolge attività di conferenziere su argomenti storico-archeologici ed artistici presso diversi enti ed associazioni culturali,

Guida turistica specializzata in archeologia e storia dell’arte: visite in Etruria Meridionale, Paestum, Pompei, Oplontis ed Ercolano, Roma (varie località di interesse archeologico ed artistico), crociere sul Nilo.

Ha esperienza didattica di lezioni private di italiano, latino, greco, storia, storia dell’arte,

Ha esperienza nel campo delle public relations.

Responsabile risorse del personale presso Consulcesi srl (Roma)

Ha partecipato agli scavi dell’Università di Roma La Sapienza alla tomba di Sheshonk ( TT 27, el Asasif, Tebe Ovest, Egitto) con i proff. S. Donadoni, S. Bosticco ed A. Roccati.

Ha diretto per conto della Soprintendenza Archeologica per il Lazio gli scavi della necropoli di Martellona- Don Uva (Guidonia), 2003.

Ha diretto per conto della Soprintendenza Archeologica per il Lazio gli scavi della necropoli e della villa romana di Via Trento  (Guidonia), 2003- 2004.

Scavi di trincee esplorative a Setteville (Guidonia), Via Muratori 

scavo e rilievo della cisterna romana di via della Maddalena,  Setteville Nord,

Cisterna romana, loc. Casacalda

Scavi esplorativi per la posa degli impianti di Collettamento in via M. Simone (Guidonia- RM) con determinazione dirigenziale n.335 del Comune di Guidonia M. Celio per conto della Soprintendenza Archeologica di Roma.

Scavi per conto della Soprint. Archeologica Lazio e Regione Lazio, vicolo Quarto Grotte, Albano Laziale (RM)

Scavi per conto della Soprint. Archeologica Lazio e Comune di Tivoli, piazzale M. Yourcenar, via di Villa Adriana, Villa Adriana, Tivoli (RM)

Scavi per conto della Soprint. Archeologica Lazio, p.za Nicodemi, Tivoli  (RM)

Sondaggio archeologico presso il plesso di via Lionello Venturi 13, Roma

Consulenza e traduzione su richiesta della Soprintendenza Archeologica per il Lazio dei testi egiziani dalla zona dei nuovi scavi di Villa Adriana (dott. Z. Mari).

 In collaborazione con l'Isp. On. dott. Eugenio Moscetti della Soprintendenza Archeologica per il Lazio ha curato l'allestimento della mostra sulla Triade Capitolina di Guidonia presso il museo della Via Cornicolana (Setteville di Guidonia, RM)

Ha collaborato con Soprintendenza Arch. Per il Lazio all’allestimento della mostra Suggestioni egizie a Villa Adriana curando i pannelli sulla cultura egiziana in età adrianea e la scheda delle statue di sovrano dalla cd Villa di Cassio a Tivoli e il canopo d’alabastro del Museo Gregoriano Egizio.

Consulente presso in Nucleo BBCC dei Carbinieri.

Si è occupato delle schede del materiale egizio, nell’ambito del progetto di schedatura dei materiali archeologici venduti all’asta dal 2000, curato dal Ministero dei BB.CC.AA. (dott.ssa S. Gatti) e dalla Gabrius (dott.sa L. M. Rizzi), in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri e con la Guardia di Finanza

Nell’ambito della Specializzazione in Archeologia Orientale si è occupato della ricognizione e del rilevamento del palazzo imperiale del III-IV sec. a Praesentia (Nag el Hagar, Egitto), del settore orientale delle cave romane di porfido del Mons Porphyrites (Gebel Abu Dukhan, Egitto), delle stationes del deserto orientale egiziano e dell’area estrattiva di Wadi Timnah (deserto di Negev, Israele).

Pubblicazioni a carattere scientifico:

Alcune note sulle cave di Turchese del Wadi Maghara, Geo-Archeologia 1988,2

Note sul "Porfido imperiale", Geo-Archeologia 1989,2

Uso dell'argento nell'Egitto dinastico, Geo-Archeologia 1990,2

L'esercito assiro: organizzazione e terminologia militare, Panoplia 3,1990

L'ideale maschile nell'Antico Egitto in Fascino e bellezza. Gli ideali maschili nel mondo preclassico. Atti del Convegno (a cura di C.Saporetti), Roma 1991.

"Stele di Qadesh" e "Cippi di Horus", in Vicino Oriente XI (1998)

La dea Qadesh in Egitto, in P. Negri Scafa, P. Gentili (curr.) Donum Natalicium. Studi in onore di C. Saporetti, Roma 2000

Il territorio di Shasw, Atti del V Congresso italiano di Egittologia e Papirologia, Firenze 2000.

I templi ramessidi di Nubia, Geo-archeologia, 2, 2000

Documenti relativi ai culti castrensi nell’Egitto romano (I-III sec. d. C.), Annali della Società Nomentana di Storia ed Archeologia, 4, 2003

Un rilievo mitraico da Montecelio, Annali della Società Nomentana di Storia ed Archeologia, 5, 2004

Le cave di porfido imperiale del Gebel Dukhan (Porphyrites Mons), ivi

Considerazioni sui reperti egizi ed egittizzanti recentemente rinvenuti a Villa Adriana, ivi

Sullo stesso numero dell’ANSA è pubblicata la relazione di scavo del sito delle Fosse (in coll. con E. Moscetti et alii)

L’abbandono della villa romana delle Fosse (Guidonia, Roma). Possibili cause geo-sismologiche (con M. Pirro, Ist. Naz. Geofisica e Vulcanologia), La Geoarcheologia: metodi ed Applicazioni. Programmi e riassunti, Verona 2005

L’obelisco di Adriano al Pincio ed il presunto Antinoeion di villa Adriana, AANSA, 6 (2005) Roma

L’Egitto al tempo dei Romani, in B. Adembri (cur.) Suggestioni egizie a Villa Adriana, Electa Mondadori, Milano 2006.

Aspetti della politica religiosa achemenide in Egitto: alcuni rilievi del tempio di Amon nell'oasi di Kharga, AANSA, 7 (2006)  Roma.


Sabina e l’Egitto in B. Adembri, R. M. Nicolai (curr.) Vibia Sabina, da Augusta a Diva, Electa Mondadori, Milano 2007.

Ancora a proposito dell’obelisco di Adriano al Pincio, AANSA 8 (2007)

I "ritratti del Fayyum": il problema della committenza, AANSA 9 (2008)

Scheda: Panoplia in bronzo, in La memoria  ritrovata. Tesori recuperati dall’Arma dei Carabinieri. Roma, Palazzo del Quirinale 23 gennaio- 16 marzo 2014, Roma 2014

Voci stese in qualità di Redattore per l’Encyclopaedia Britannica (ed. italiana):

Re, Valle dei; el Giza, necropoli di; Maydum; Per Ramessu; Egittologia; Fayyum, ritratti del; Sarcofago; Sfinge; Belzoni; Budge; Carnarvon; Champollion; Tolomeo I Soter; Achemenide, dinastia; Sinuhe; Atum; Mut; Akh; Baal; Astarte; Anath; Reshef; El; Asherah; Yamm; Yarikh¸ Qedesha¸ Aqhat, epopea di; Galli; Attis; Mitraismo; Mitra; Anahita; Verethraghna;

Ha inoltre in corso di pubblicazione:

L’abbandono della villa romana delle Fosse (Guidonia, Roma). Possibili cause geo-sismologiche (con M. Pirro), Quaternario,

Sta attualmente completando uno studio su alcuni reperti vicino orientali provenienti dalla tomba di Shabataka ad el Kurru, Sudan (XXV din) ed un lavoro sulla sezione dedicata all’Egitto da J.J. Winckelmann nel primo libro della Storia dell’Arte nell’Antichità.

Lavori di  storia ed antropologia culturale:

Passo Uarieu. Le Termopili delle CCNN in Etiopia, Genova 2007

Eserciti sul Piave 1917- 1918, Roma 2007

La Battaglia del Solstizio. Piave, giugno 1918, Genova 2008

La Guerra Italo- etiopica 1935- 1936, Roma 2008

Emme Rossa! Le CCNN sul Fronte russo, 1941- 1943, Genova 2008

I pretoriani di Mussolini. Storia militare delle CCNN 1923- 1943, Roma 2009.

I Pilastri del Romano Impero. Le CCNN in Africa Orientale 1935- 1936, Genova 2009

…Et l’Alifante battaglio coll’Aquila. Sigismondo Pandolfo dei Malatesti e Federico da Montefeltro: vita parallela di due condottieri nell’Italia del XV secolo, Roma 2009

(i suddetti volumi sono presenti nel catalogo della Library of Congress, Washington DC, e della Berkeley University of California, Los Angeles)

Il trionfo di Vespasino. Cremona, 69 d.C., Roma 2016.

Montecelio a Mezzanotte, Spiriti fantasmi e folletti della tradizione cornicolana, Guidonia 2002

Leggende e tradizioni popolari, in S. G. Vicario (cur.) Guidonia la città delle ali, Ist. Poligrafico e Zecca dello Stato, Roma 2003.

ALTRO: vincitore di borsa di studio per merito essendosi classificato primo al concorso di ammissione alla suddetta Scuola di Specializzazione.

Partecipazione come relatore al convegno su Ideali maschili nell'antichità preclassica, presieduto dal prof. C.  Saporetti (Università di Pisa), con intervento sull’Ideale maschile nell'antico Egitto,

VI Congresso Internazionale di Egittologia, Torino 1991,

II Congresso Internazionale di Micenologia, Roma- Napoli 1991,

alla Giornata di Studi di Egittologia patrocinata dall'Università di Torino, Museo egizio di Torino, Istituto italiano per la civiltà egizia, con l’intervento Stele di Qadesh e stele di Horus,

al V congresso italiano di Papirologia ed Egittologia, patrocinato dall’Istituto Papirologico G.Vitelli (univ. di Firenze) e dall’Istituto Italiano per la civiltà egizia con relazione su Shasw: territorio e genti.

Al convegno La Geoarcheologia: metodi ed applicazioni, organizzato dall’Associazione Italiana per lo studio del Quaternario, con l’intervento L’abbandono della villa romana delle Fosse (Guidonia, Roma). Possibili cause geo-sismologiche (con il dott. M. Pirro, INGV), Verona 2005

Ha ricevuto il Premio A. Durantini 2005 per lo studio su  L’obelisco di Adriano al Pincio e Villa Adriana.

Ha viaggiato per motivi lavorativi, di studio e culturali in Egitto, Israele, Tunisia, Kenya, Indonesia, Thailandia, Messico, Guatemala (area classica di Tikal, Petèn), Francia, Germania, Austria, Svizzera, Grecia, Portogallo, Croazia, Turchia.

CONOSCENZE INFORMATICHE: Windows, Office 2003, Internet, Excel, Netscape Navigator, Microsoft Explorer.

SERVIZIO MILITARE: Ha assolto gli obblighi militari presso il III° btg Granatieri “Guardie” quale ufficiale di complemento.
Durante il servizio militare ha conseguito i distintivi di Ardimento e di Paracadutista  militare presso la S.Mi.Par di Pisa.
Ha prestato servizio in Somalia; è decorato della Croce al merito per le missioni di pace all’estero.
E’ capitano f (g) della Riserva

Non ha mai riportato condanne penali .

Socio della Società Nomentana di Storia ed Archeologia, dell' International Association of Egyptologists (Leiden)
E’ membro dell’Istituto Italiano per la Civiltà Egizia.

E' stato consigliere scientifico del Gruppo Archeologico Latino "Latium Vetus" Onlus.










mercoledì 10 ottobre 2018

Nuove sfide per Roberto Jonghi Lavarini...


Carissimi consoci e amici di Aristocrazia Europea,

con la presente ufficializzo le mie dimissioni dalla vice presidenza della nostra benemerita associazione culturale internazionale, della quale sono stato tra i fondatori. Rimango fedele al nostro sodalizio ed al suo spirito autenticamente cavalleresco e aristocratico ma mi dimetto dall'incarico, perchè nuovamente impegnato a combattere una buona battaglia politica e ideale. Proprio in difesa dei nostri Valori e delle nostre Tradizioni, della tutela della nostra Terra, della difesa della Identità e del benessere del nostro popolo; ho deciso di Fare Fronte con la nuova Lega nazionale di Matteo Salvini. 

Ovviamente, ho prima informato il Principe Sforza Ruspoli ed il nostro presidente Conte Ezra Foscari Widmann Rezzonico che, a breve, nominerà il mio sostituto.

Un fraterno e cavalleresco saluto a tutti voi

ROBERTO JONGHI LAVARINI
3467893810 - robertojonghi@gmail.com




venerdì 5 ottobre 2018

SMOM e CISOM Lombardia





Norman Academy a Roma



Delegazione "diplomatica" di Aristocrazia Europea per San Marino, Santo Domingo e tutto il Centro America...


Il Conte Alessandro Segnini Bocchia di San Lorenzo, autentico gentiluomo, imprenditore e diplomatico, è stato nominato delegato di Aristocrazia Europea per la Repubblica di San Marino, la Repubblica Domenicana e tutto il Centro America. Complimenti e auguri per l'importante, prestigioso quanto impegnativo, incarico.


sabato 29 settembre 2018

Cavalleria, Nobiltà, Monarchia: Tradizione!


Carlo Fedeli con le LL.AA.RR. i Principi Vittorio Emanuele
ed Emanuele Filiberto di Savoia
Alessandro Mathis Piumatti Sabotero

Onofrio delli Carri

Patrizio Tomassini Paterno Leopardi con Giuseppe ed Elena
Manzoni di Chiosca e Poggiolo, Mandilosani Lali Panchulidze
Aznauri e Matteo Priori di Letino

Paolo Arpellino con le LL.AA.RR. i Principi Emanuele Filiberto
di Savoia e Serge Karađorđević di Jugoslavia.
Cristina Vittoria Egger

Conferenza storico culturale in Versilia


Concerto dei Cavalieri di San Silvestro a Rieti


Conferenza sulla Battagli di Lepanto a Verona


giovedì 20 settembre 2018

Ordine di Malta SMOM Pavia



Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme

 

Primi incontri di Visconti di Modrone con i Luogotenenti dell’Ordine del Santo Sepolcro

Lincontro dei Luogotenenti dell’America Latina si è svolto in Argentina, a Buenos Aires, successivamente alle Investiture presiedute in questa città dal cardinale Edwin O’Brien, Gran Maestro. Segue il racconto dell’incontro così come è stato pubblicato sul sito dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme.
Il Governatore Generale Leonardo Visconti di Modrone ritiene che tale riunione continentale sia stata decisamente importante per contribuire a sensibilizzare maggiormente gli abitanti della zona verso la causa della Terra Santa. «L’America Latina è molto lontana dal Medio Oriente e l’Ordine favorisce un ravvicinamento reciproco, grazie alla solidarietà per i nostri fratelli e sorelle cristiani dei territori biblici», sottolinea il Governatore, aggiungendo che i Luogotenenti sud-americani hanno apprezzato di venire informati il più direttamente possibile riguardo alle recenti decisioni prese dal Gran Magistero.
«Abbiamo comunicato ai Luogotenenti il nuovo orientamento dei nostri aiuti, soprattutto per quanto concerne la formazione e l’insegnamento, poiché l’educazione rappresenta il mezzo più sicuro di preparare il terreno per un futuro migliore, ciò che ci sta realmente a cuore è l’edificio umano”, riferisce il Governatore Generale dopo questo viaggio, al quale ha preso parte a fianco del Gran Maestro.
In Argentina, la visita dei responsabili dell’Ordine ha riacceso l’interesse per la Terra Santa, contribuendo a fare uscire le Luogotenenze locali dal quotidiano e proiettandole verso le nuove sfide che si prospettano al Patriarcato Latino di Gerusalemme. I Luogotenenti delle nazioni madri del continente sudamericano – Spagna e Portogallo – hanno arricchito la riunione con la loro presenza, in una dinamica di dialogo fra paesi lusofoni e ispanofoni.
«Stiamo prendendo in considerazione la nomina di un Vice Governatore Generale per l’America Latina, per meglio coordinare l’azione delle Luogotenenze, ossia Argentina, Colombia, Venezuela e Brasile», precisa il Governatore Generale, annunciando che l’Ordine prevede di insediarsi ufficialmente anche in Cile, dove vivono numerosissimi discendenti di immigrati palestinesi cristiani. Il Messico – che fa parte dell’America del Nord – sarebbe posto sotto la responsabilità del nuovo Vice Governatore per l’America iberica, soprattutto per una ragione di coerenza linguistica.
Tutte le iniziative dell’Ordine e questo progetto sono stati presentati nella preghiera, in particolare davanti alla statua del Cristo Redentore, a Rio de Janeiro, dove si sono recati in seguito i responsabili dell’Ordine. Il Governatore Generale ha inoltre incontrato l’arcivescovo di Rio – Gran Priore della Luogotenenza – e il clero impegnato ad accompagnare spiritualmente i membri delle due attuali Luogotenenze dell’Ordine in Brasile.
Alcune settimane dopo, a fianco del Gran Maestro, il Governatore Generale è stato a Toronto per il meeting dei Luogotenenti dell’America del Nord, cui ha preso parte per la prima volta. «Ho trovato il tempo di ascoltare ciascuno personalmente e ho voluto ringraziarli per il considerevole sforzo offerto al servizio dei nostri fratelli e sorelle di Terra Santa», osserva, rendendo omaggio in particolare all’azione del Vice Governatore Patrick Powers.
L’interesse per la Terra Santa è molto forte negli Stati Uniti e in Canada, manifestato da una generosità immensa. Molte persone che oltreoceano hanno avuto successo dal punto di vista economico donano a favore delle popolazioni in difficoltà, supportate in questa azione da un quadro legislativo favorevole.
Il terzo grande e importante appuntamento della scorsa primavera è stato l’incontro con i Luogotenenti europei che il Governatore Generale conosceva già per taluni versi, avendo presenziato a varie Investiture dalla sua entrata in carica un anno fa.
«Contrariamente a ciò che si vive in America del Nord o del Sud, dove esiste una certa omogeneità culturale, la questione della diversità di lingue e culture resta una difficoltà in Europa, sebbene il legame storico con la Terra Santa sia molto antico e aggregante», osserva.
«Cerco di favorire l’unità all’interno dell’Ordine e nel contempo la libertà d’iniziativa sul piano locale; questi incontri intercontinentali hanno anche avuto lo scopo di preparare la Consulta – che avrà luogo nel mese di novembre a Roma – sul tema della missione del Luogotenente», conclude il Governatore Generale Visconti di Modrone, che ha già suggerito alcune nomine decise dal Gran Maestro, tentando di valorizzare personalità competenti, radicate nelle loro diocesi, dotate di spirito di servizio e capaci di favorire l’unità a tutti i livelli.
«L’Ordine non sarà mai una ONG, siamo un’istituzione della Chiesa nella quale vanno coltivati i valori di umiltà, carità, e obbedienza», afferma con fermezza. Lazione dell’Ordine in tal senso si orienta sempre di più verso il servizio alla persona umana, essenzialmente attraverso opere di educazione al dialogo e alla convivenza, che costituiscono altrettante garanzie per la pace a lungo termine in Terra Santa e in Medio Oriente.

Anniversario della Vittoria con SAR Emanuele Filiberto


 
ISTITUTO NAZIONALE PER LA GUARDIA D’ONORE 
ALLE REALI TOMBE DEL PANTHEON
Fondato nel 1878, confermato con R.D. 24 settembre 1932 n. 1348  
Ente Morale sotto l'egida del Ministero della Difesa con D.P.R. 27 febbraio 1990
Aderente ad Assoarma 11 maggio 2012
Delegazione  di  Milano, Lodi, Monza e Brianza 
Medaglia d''Oro V.M. Generale C.A. ALBERTO LI  GOBBI

Signori della Guardia, carissimi amici e simpatizzanti,


vi invio il programma redatto dall’Istituto per la Guardia d’Onore alle Reali Tombe del Pantheon per la partecipazione al raduno di Assoarma e alla celebrazione del Centenario della Vittoria, che si terranno

venerdì 26, sabato 27 e domenica 28 ottobre 2018
alla presenza di S.A.R. il Principe Emanuele Filiberto di Savoia.
Per l’occasione, è richiesta la massima mobilitazione.

Venerdì 26 ottobre 2018

Redipuglia, Colle Sant'Elia, Monte San Michele, Aquileia, Sacrario di Oslavia; pomeriggio: eventuale visita di Grado e partenza per Vicenza

Sabato 27 ottobre 2018

Vicenza, ore 8.30, Piazza Biade/Signori, la Lampada della Pace riprende il suo pellegrinaggio con l'ultima tappa: dalla Chiesa dei Servi salirà verso il Santuario di Monte Berico accompagnata dalla Fanfara Storica degli Alpini di Vicenza, dal Gruppo Percussioni Napoleonici, dalla Fanfara Congedati Brigata Alpini Cadore e dal Corpo Musicale Arrigo Pedrollo di Sovizzo Colle che subentrerà all'inizio della salita finale. Alla Basilica di Monte Berico: ore 10 arrivo della Lampada, deposizione della corona d’alloro al Monumento dei Caduti nel Piazzale della Vittoria e interventi delle autorità; ore 10.45 passaggio degli aerei storici della prima guerra mondiale con fumogeni tricolore; ore 11 celebrazione della Santa Messa con il Vescovo della Diocesi di Vicenza; scoprimento del bassorilievo commemorativo e benedizione della Lampada appesa nella sua sede definitiva; ore 13 uscita dalla Basilica e breve concerto della Fanfara Storica dei Bersaglieri; ore 20.45 concerto finale, requiem in memoria per i Caduti della Grande Guerra con la presenza della "Schola Poliphonica Santuario di Monte Berico" e orchestra

Domenica 28 ottobre 2018

Vittorio Veneto (Treviso), partecipazione dell'Istituto al Raduno di Assoarma. Programma: ore 8 ammassamento radunisti in Piazza del Popolo; ore 9 afflusso presidenti e labari di Assoarma; ore 9.10 afflusso compagnia d'onore e banda; ore 9.15 afflusso gonfaloni delle città decorate di medaglia d'oro e di altre città invitate; ore 9.20 resa degli onori alla Bandiera di Guerra del reparto in armi; ore 9.25 resa degli onori alla massima autorità e posizionamento sul palco; ore 9.30 discorsi delle autorità; ore 9.55 fine discorsi e, a seguire, onori alla bandiera di combattimento, ai gonfaloni e alla massima autorità e successivo spostamento autorità verso il palco; ore 10 inizio sfilamento dinamico di Bandiere e radunisti alla presenza dell'alta carica istituzionale; ore 13 ammainabandiera, chiusura formale del raduno nazionale, rancio collettivo presso i locali della ditta Ottavian in zona industriale di San Giacomo di Veglia.

Riteniamo possibili due opzioni:

1) la partecipazione a tutte e tre le giornate previste.

2) la partecipazione al solo raduno di Assoarma di domenica 28 ottobre.

Nel primo caso riteniamo opportuno che si raggiunga in treno o con mezzi propri Redipuglia o località vicinore, con la possibilità di continuare poi il percorso con mezzi propri o con pullmini. In tal caso sarà necessaria la prenotazione di questi ultimi, segnalando alla Presidenza Nazionale ogni necessità. Per quanto riguarda la partecipazione al solo raduno di Assoarma, la Nostra Delegazione prevedere la prenotazione di Pullman. Si prega di confermare la presenza entro il 30 Settembre alla Segreteria di Delegazione  Vedremo, in quella data, come procedere sia rispetto all' eventuale pernottamento della notte del 27 Ottobre, al viaggio in Pullman e agli orari. Per quanto riguarda le possibilità di ospitalità a Vittorio Veneto, facciamo rinvio a quanto indicato nel numero 5 della rivista “Guardia d’Onore” ( pagine 2/3/4). Attendiamo quindi le eventuali Conferme per consentirci di organizzare un Pullman.

Il Delegato e Consultore Nazionale
Cav. Gr. Cr. Dott. Stefano Di Martino

Istituto Nazionale per la Guardia d'Onore alle Reali Tombe del Pantheon
Delegazione di Milano, Lodi, Monza e Brianza
Delegato: Cav. Gr. Cr. Dott. Stefano Di Martino (tel. 335.7834068)
Segreteria della Delegazione: Carla Luisa Pirovano (tel. 340.4623004)